Vendere casa
Vendere casa

Vendere casa si fa pi¨ semplice con la nuova Legge di StabilitÓ 2016

Che la normativa in materia di agevolazioni fiscali prima casa sia stata di prezioso supporto per coloro che intendano vendere casa non è una novità. Una misura questa di concreta utilità della quale, dati alla mano, ha fruito un numero di acquirenti ben superiore alle attese.

Entrato in vigore nel 1999, questo provvedimento si è misurato negli anni con i bisogni reali e contingenti della popolazione, sanando le piaghe del lavoro nero e mettendo in forse l’utilità di ricorrere a questo annoso stratagemma. Questa misura ha guadagnato sempre di più nel tempo i favori degli acquirenti e non solo, perché, con essi, ne hanno tratto giovamento anche coloro che si sono avvicinati all’idea della vendita della casa con un certo rinnovato interesse.

Legge di Stabilità: ridotti i casi di nullità delle agevolazioni acquisto prima casa

La Legge di Stabilità per il 2016 ha previsto interessanti novità e, oltre a rinnovare questa misura, l’ha coronata di nuovi cambiamenti che favoriscono ancor più la vendita degli immobili tramite agenzia immobiliare.

Come noto, le agevolazioni in questione si perdono nel caso in cui l’acquirente provveda a vendere l’immobile nei 5 anni successivi.

Dal 2016, grazie alla nuova Legge di Stabilità, chi ha già usufruito di queste agevolazioni, nel momento in cui decide di cambiare casa provvedendo ad acquistarne una nuova, può nuovamente godere degli scontifiscali, a condizione che il vecchio immobile sia venduto entro un anno dal rogito. 

Per tutto il resto, i requisiti restano gli stessi: residenza nel Comune in cui si trova l’immobile acquistato e mancata applicabilità agli immobili di lusso.

Bonus mobili per le giovani coppie portato a 16 mila euro

Con l’evidente obiettivo di stimolare la ripresa del mercato nel settore delle vendite delle case, la Legge di Stabilità ha innalzato la soglia del bonus per mobili ed arredamenti acquistati dagli acquirenti di una prima casa a 16 mila euro.

A corredo di tale provvedimento, la manovra prevede altresì l’abolizione, sempre per il 2016, della TASI sulla prima casa, un provvedimento questo di non trascurabile valore e di intuitiva importanza, che ha mobilitato non poco le coppie di giovani conviventi da sempre bisognosi di un sostegno economico e di un supporto sociale per mettere in atto il loro progetto di famiglia dando più credito alla possibilità di godere della vendita di un immobile.

Validità dell’agevolazione anche per immobili ricevuti per donazione o successione

Come confermato dalla stessa Agenzia delle Entrate, sempre sollecita in fatto di interpretazione del disposto normativo, le novità inerenti la vendita di un immobile con annesso beneficio delle agevolazioni prima casa per chi acquista è applicabile anche nel caso in cui la titolarità venga ad essere acquisita per successione o donazione. Sempre in presenza di tutte le condizioni e di tutti i requisiti stabiliti ex lege, l’agevolazione può essere fruita anche nel caso l’acquisto abbia luogo mortis causa.

Ecco tutte le novità contemplate dalla Legge di Stabilità, già entrata in vigore dal 1° gennaio 2016, di cui non tutti sono al corrente e delle quali converrebbe piuttosto fare tesoro a beneficio delle proprie tasche.


Contenuti correlati...